Morte a Venezia

Una settimana, quella trascorsa al Festival del cinema di Venezia, molto deludente.
Dal freddo Andersen, passando per l’irritante Malick, alla banale e quasi offensiva commedia di Susan Bier.
Una settimana di bassissima qualità in cui si salvano in pochi “sconosciuti”.
La speranza è che Bellocchio e Kim Ki Duk restituiscano dignità alla Mostra che rischia di diventare, anche a causa del facile entusiasmo del “pubblico balneare” della sala grande, un’arena di fine stagione, una passerella scolorita, una festa in cui si attende da troppo tempo il festeggiato.

La fortuna è stata quella di condividere questa rabbia e noia con fantastici compagni di viaggio, con i quali, complici anche gli spritz, ci siamo veramente divertiti.

Ora si ritorna a casa perchè ci attende una nuova sfida quella di Emilio che inizierà tra 20 giorni esatti e che grazie al vostr aiuto possiamo realizzare.

Annunci

Informazioni su Angelo Cretella

Lavorare di immagin-azione e impressionare le facce, i racconti e le storie che mi emozionano. Vedi tutti gli articoli di Angelo Cretella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: